Com’è morto Harry Houdini

Houdini morì di peritonite, in seguito alla rottura dell’appendice, nella notte di Halloween del 1926, all’età di cinquantadue anni. Solo due settimane prima aveva subíto un colpo all’addome da uno studente di boxe della McGill University a Montréal. Questi, andandolo a trovare nel suo camerino, volle mettere alla prova i leggendari muscoli addominali di Houdini dandogli dei pugni, cosa che lui normalmente permetteva, ma quella volta, colto di sorpresa, non ebbe il tempo di prepararsi a ricevere i colpi. A dispetto della più diffusa opinione, comunemente accettata dal pubblico, la morte non fu provocata dal solo colpo.

Ai funerali, tenutisi il 4 novembre a New York, parteciparono oltre duemila persone. È stato sepolto al Machpelah Cemetery, nel quartiere del Queens, con il simbolo della Society of American Magicians scolpito nella pietra; la sua tomba si trova accanto a quella dell’adorata madre. La Society of American Magicians continua a tenere ogni anno una cerimonia in sua memoria il giorno dell’anniversario della sua morte, che comprende anche una seduta spiritica per cercare di evocare il suo spirito. L’illusionista prima di morire disse infatti: “Se è veramente possibile a qualcuno tornare dall’aldilà, Harry Houdini lo farà”.

Leave a Reply