Com’è morta Bloody Mary (Maria I di Inghilterra)

L’ultima illusione per Maria I di Inghilterra venne con l’avvicinarsi della morte, che le si manifestò con un ingrossamento del ventre e la scomparsa delle mestruazioni. Credeva di essere, finalmente, incinta del sospirato erede. Quando i mesi trascorsero e del nascituro non ci fu traccia, tutti compresero che si trattava di un tumore ovarico.

I membri del partito cattolico al potere (guidato dal duca di Norfolk) sapevano benissimo che, con la morte senza figli della regina, il trono sarebbe passato alla sorellastra Elisabetta, di fede protestante, e che tutta la politica di restaurazione del cattolicesimo operata da Maria sarebbe stata abbandonata. Si cercò pertanto di convincere la regina a firmare l’atto con cui si condannava a morte la sorella, ma Maria non procedette.

Morì il 17 novembre 1558, dopo aver ascoltato la messa e implorato invano Elisabetta di mantenere l’Inghilterra cattolica quando fosse salita al trono. Fu fatta tumulare nella cappella dell’Abbazia di Westminster, costruita a suo tempo dal nonno Enrico VII, nella stessa cripta dove verrà tumulata la sorellastra Elisabetta I. Poche ore dopo, morì anche l’arcivescovo e cardinale Reginald Pole.

Leave a Reply